CasaClima A


 

CONDOMINIO GIRASOLE  CASACLIMA A 27Kwh/mq anno


Luogo: Monticello d'Alba

Anno di costruzione: 2009/2010

Committente: Impresa di costruzioni Viberti Mario s.n.c.



Attraverso un attento studio progettuale si è realizzato un edificio ad alta efficienza energetica. Tale caratteristica è il frutto di una volontà sia del costruttore e committente, sia del  progettista, di mettere in pratica soluzioni progettuali  e tecniche costruttive innovative volte al risparmio energetico. Oltre a raggiungere consumi molto bassi, l’edificio è stato progettato e costruito in modo da garantire il miglior confort interno per l’utente che vi risiede. La normativa italiana negli ultimi anni è stata modificata in modo sostanziale per quanto riguarda i temi descritti, emanando nuove direttive in campo energetico.


L’aggiornamento delle leggi è sicuramente un fatto positivo, ma come dimostra l’edificio in questione, poteva fare molto di più. L’edificio, per quanto riguarda l’efficienza energetica, va oltre ai limiti imposti dalla normativa puntando a perfezionare l’involucro esterno dell’edificio curando ogni minimo particolare costruttivo.  L’unicità dell’intervento, sta nel fatto che l’edificio pur avendo caratteristiche formali alquanto negative, riesce a raggiungere prestazioni riassumibili nella classificazione energetica odierna come edificio in classe A. Più precisamente si è cercato di costruire un involucro altamente performante costituito da uno spesso strato di coibente sulle pareti, sul tetto e sul solaio verso autorimesse, eliminando completamente tutti i ponti termici.


L’efficienza dell’involucro è riassunta dal valore certificato dall’Agenzia CasaClima di Bolzano, 27 kWh/mq anno.Traducendo il dato con consumi reali in litri di gasolio, l’edificio consuma  circa 3 litri di gasolio al mq anno. Un appartamento di cento metri quadrati spende circa 200 euro all’anno per il riscaldamento. Paragonando tali dati con un edificio costruito con la normativa attuale, il risparmio in termini economici e di inquinamento è decisamente rilevante. Approssimativamente il consumo è 1/4 rispetto a tale edificio, e ancora di più se si prende come paragone edifici di qualche anno fa’. Dopo un anno in cui l’edificio risulta parzialmente abitato, tre appartamenti su quattro erano in funzione, l’analisi delle bollette del gas evidenziano un consumo di 1,15 volte superiore a quello stimato in progetto. Il maggior consumo è imputabile all’inutilizzo di uno degli appartamenti rimasto freddo per tutto l’inverno. La trasmissione del calore verso i locali non ancora utilizzati è accentuata dalla differenza di temperatura.


Da settembre l’edificio sarà completamente riscaldato portando i consumi ad essere pressoché uguali a quelli stimati in fase progettuale.


  



 
2010 © Architetti Barbero Associati - P.Iva 03170260040 - Note Legali - Privacy - info@barberoarchitetti.it - credits
 
it - en